mercoledì, 15 agosto 2007


L’antica festa, di origini antichissimi, che si svolgeva per festeggiare la fine dei lavori nei campi coincide con la festa religiosa dell’Assunzione e così un po’ ovunque oggi si festeggia qualcosa…da Madrid, che festeggia la sua patrona popolare “la Virgen de la Paloma” a paesi e città di ogni angolo d’Italia… ma sopratutto oggi si “sta” in vacanza o si fa una gita per “sentirsi” in vacanza…e tutto è pieno ovunque…tranne in città…

il-carnaio.jpg

E mentre, rimasta qua, pensavo al ferragosto come rito collettivo, sono capitata a leggere la bella filastrocca di Gianni Rodari aa9a065.png … potevo resitere?

FERRAGOSTO

bambino_notte-ridotta.jpg

Filastrocca vola e va
dal bambino rimasto in città.
Chi va al mare ha vita serena
e fa i castelli con la rena,
chi va ai monti fa le scalate
e prende la doccia alle cascate…
E chi quattrini non ne ha?
Solo solo resta in città:
si sdraia al sole sul marciapiede,
se non c’è un vigile che lo vede,
e i suoi battelli sottomarini
fanno vela nei tombini.
Quando divento Presidente
faccio un decreto a tutta la gente;
«Ordinanza numero uno:
in città non resta nessuno;
ordinanza che viene poi,
tutti al mare, paghiamo noi,
inoltre le Alpi e gli Appennini
sono donati a tutti i bambini.
Chi non rispetta il decretato
va in prigione difilato».


(Gianni Rodari)

una-fresca-buona-notte-finale.gif