domenica, 23 settembre 2007


Quando Finisce Un Amore
Riccardo Cocciante

Quando finisce un amore così com’e’ finito il mio
senza una ragione ne’ un motivo, senza niente
ti senti un nodo nella gola,
ti senti un buco nello stomaco
ti senti un vuoto nella testa e non capisci niente
e non ti basta più un amico e non ti basta più distrarti
e non ti basta bere da ubriacarti
e non ti basta ormai più niente
e in fondo pensi, ci sarà un motivo
e cerchi a tutti i costi una ragione
eppure non c’e’ mai una ragione
perché un amore debba finire
e vorresti cambiare faccia, e vorresti cambiare nome
e vorresti cambiare aria, e vorresti cambiare vita
e vorresti cambiare il mondo
ma sai perfettamente
che non ti servirebbe a niente
perché c’e’ lei, perché c’e’ lei
perché c’e’ lei, perché c’e’ lei
perché c’e’ lei nelle tue ossa
perché c’e’ lei nella tua mente
perché c’e’ lei nella tua vita
e non potresti più mandarla via,
nemmeno se cambiassi faccia
nemmeno se cambiassi nome
nemmeno se cambiassi aria
nemmeno se cambiassi vita
nemmeno se cambiasse il mondo
però, se potessi ragionarci sopra
saprei perfettamente che domani sarà diverso
lei non sarà più lei
io non sarò lo stesso uomo
magari l’avrò già dimenticata
magari se potessi ragionarci sopra
e se potessi ragionarci sopra
ma non posso, perché …
quando finisce un amore ……

——————————————————————

Quando finisce un amore,
siamo come gocce di pioggia che,
una volta toccata terra,
svaniscono.
Eppure, non smette ancora di piovere.

…………………………………………………………

Cara Lili, sei stata a lungo

Cara Lilli, sei stata a lungo
tutta la gioia, tutto il mio canto;
adesso, ahimè, sei tutto il mio dolore, eppure
sei tutto il mio canto ancora.
(Goethe)
…………………………………………………………..

Al cuore ferito
al senso di vuoto
al nulla impazzito

al tempo che imbriglia
all’alba che tarda
al poco che resta
di una notte bugiarda…

all’attesa che inganna la sorte
di una storia bastarda

al silenzio che invoca la morte
di un ricordo smarrito…

alla nostalgia al rimpianto al dolore
all’amore finito.
(Scritto da izeta)

Annunci

Dalla Puglia

Il pizzo a tombolo più famoso del mondo è il pizzo di Fiandra. La leggenda dice che è nato così: c’era una volta a Bruges una fanciulla di nome Serena bellissima ma poverissima. Amava, riamata, un giovane artista povero quanto lei. Un brutto giorno la mamma di Serena si ammalò tanto gravemente che la fanciulla, pur di ottenere la guarigione, non avendo altri mezzi, offrì in voto alla Madonna la rinuncia al suo amore per il giovane artista. Mentre glielo comunicava, seduti all’ombra di un grande albero, dai rami cadde sul suo grembiule una tela di ragno fittissima, fine, complicata e leggiadra. I due innamorati ne restarono incantati e lei pensò subito di provare a rifarla col filo più fine del suo fuso. Lui con alcuni rami dell’albero chiuse e irrigidì il grembiule fra quattro bastoncini, in modo da portare a casa, indenne, il prezioso disegno della ragnatela. Così mentre Serena lo copiava col suo filo, lui la aiutava a tener separati e ordinati i tanti fili necessari, che altrimenti si arruffavano e imbrogliavano, legando un bastoncino di legno alla estremità di ciascun filo. Così dall’amore e dall’arte nacque il primo tombolo e il primo pizzo di Bruges; che piacque moltissimo alle gran dame della città che ricompensarono lautamente la giovane autrice della stupenda ragnatela. Ma con l’agiatezza e la salute della madre, venne per Serena il dolore: lasciare il suo innamorato, per adempiere al voto. Ancora una volta però il miracolo si ripetè. Dallo stesso albero all’ombra del quale i due fidanzati piangevano la loro separazione, cadde un’altra ragnatela su cui era scritta l’assoluzione del voto.

Se si passa alle origini storiche del merletto

si vede che invece esso è nato con tutta probabilità proprio inItalia , alla fine del ‘400, e per ragioni funzionali, non meno che estetiche: sostituire le pesanti decorazioni colorate di passamaneria d’oro e d’argento di stampo medioevale dai sontuosi abiti delle nobildonne, con qualcosa di più leggero e soprattutto di lavabile insieme al tessuto della biancheria di lusso. Nasce così, di semplice filo bianco, la trina cioè un passamano intrecciato 3 volte; chiamato anche terneta (da tre) trenèta, trinetta, che si aggiunge al tessuto.

Oggi faremo una decorazione con i floaties che metteremo in una parte dell’ immagine. Servirà soprattutto per imparare un modo molto facile ed efficace da usare d’ora in avanti per evitare, fra l’altro, che le scritte animate inserite in un’immagine saltino perché le diverse immagini che le compongono non coincidono perfettamente. Faremo anche una cornice molto semplice per l’immagine. Ecco come si presenta ciò che faremo…

.

coniglietto-bolle-finale.gif

.

Come vedete io ho messo delle supposte bolle di sapone floaties che accompagnano il nostro coniglietto, ma potrebbe essere ugualmente una gif di un personaggio che suona uno strumento musicale e, con una selezione di qualsiasi altra forma rotonda, triangolare, a stella… e i floaties potrebbero essere note musicali, fiori, stelle o qualunque altra cosa dettata dalla vostra fantasia e sempre a seconda della gif che userete.

.

Per fare questo tutorial vi servono :

.

  • Unfreez per l’animazione che trovate qua
  • Il plugin importazione di gifs animate che trovate fra i plugin di photofiltre nel sito
  • Un’immagine floatie (io ho usato le bolle questa volta, la più adatta alla mia gif).

.

b-12.gif (12)

.

Ho usato una gif, con lo sfondo trasparente, con un coniglietto per fare la mia immagine. Eccola qua…

.

coniglietto.gif

.

Trovate altri floaties nella nostra Gallery di Floaties. In quella pagina ho rinominato i floaties per facilitarvi mettendo nel nome il numero d’immagini che li compongono.

.

Ora procediamo… ma prima ricordate…. per ogni dubbio guardate in TUTORIALS PER CASO. Nell’introduzione e sotto l’elenco dei tutorials trovate tante spiegazioni utili per usare al meglio Photofiltre, così come il modo di scaricare e installare plugins, unfreez, caratteri nuovi e tante altre cose che vi possono aiutare per la realizzazione dei tutorials….

.

Iniziamo….

.

1. Aprite un documento nuovo (bianco) in Photofiltre: File – Nuovo (FILE – NEW) della misura che vi serve per la vostra nuova immagine. Io l’ho aperto di circa 300 x 300 (imm. 1 e 2).

2. Andate a cliccare in alto nel Menù a destra sui Colori (come indicato dalla freccia in alto nell’immagine 3) e scegliete quello che vorreste per lo sfondo. Una volta che il Colore vi appare nel quadro a sinistra in alto, cliccate sotto nel Barattolino di pittura (lo indica la freccia in basso), andate al vostro documento bianco e toccandolo con la freccia (che ora appare sotto forma di barattolino di pittura) lo colorate. Aprite dunque la vostra gif da incollare (il coniglietto in questo caso): File – Apri (FILE – OPEN) (imm. 4). collage-1-floaties-bolle-coniglietto.jpg

.
3. Toccate la vostra gif per attivarla e cliccate su Modifica e Copia (EDIT – COPY) (imm. 5).

.
4. Toccando poi il documento che avete colorato per attivarlo, cliccate in alto nel Menù degli Strumenti su Modifica e su Incolla successivamente (EDIT – PASTE), procedete a collocare poi la vostra gif, ormai incollata,nella posizione che avete scelto e con la freccia dentro la selezione cliccate con la parte destra del mouse e, nella finestra che vi appare, su Convalida Incolla (VALIDATE PASTE) (imm. 6).

.
5. Ora impariamo come fare una cornice molto semplice alla vostra immagine. Per farla cliccate nel menù in alto su Immagine e nel menù a discesa su …..Contorno Esterno (IMMAGE – OUTSIDE FRAME) (imm. 7)

.
6. Nella finestra che vi appare date un valore alla larghezza della cornice che volete mettere (io ho messo 4) e mettete il colore che vorrete usare per la cornice (bianco in questo caso) e confermate con l’ok (imm. 8 ) collage-2-floaties-bolle-coniglietto.jpg

.
7. Ora avete l’immagine attorniata da una linea bianca (imm. 9)

.
8. Tornate a cliccare di nuovo su Immagine e Contorno Esterno (IMMAGE – OUTSIDE FRAME) e questa volta mettete 8 nella larghezza ed il colore dello sfondo della vostra immagine prima di confermare con l’ok. (imm. 9 e 10).

.
9. Nel Menù degli Strumenti in alto cliccate su Filtro e poi su Cornice – Cornice 3d Sfumata (FILTRE – FRAME – SMOOTHED FRAME 3D) (imm. 11)

.
10. Ora avete attorno alla vostra immagine una cornice che ovviamente voi potete fare larga e colorata quanto volete e non essenziale come la mia… 🙂

.
11. Ed ora procederete ad importare le vostre immagini floaties. Per fare ciò, SENZA DIMENTICARE DI TENER PREMUTO NELLA TASTIERA DEL PC IL TASTO CTRL per far venire il fondo delle nostre floaties trasparente, clicchiamo su File e sotto su Importa – Gif Animate (FILE – IMPORT ANIMATED GIF) (imm. 12) collage-3-floaties-bolle-coniglietto.jpg

.
12. Dato che io in questo caso ho scelto le bolle, mi sono venute 12 immagini (imm. 13) ma, come già detto, dovreste controllare prima di decidere che floatie usare importandola proprio in photofiltre per evitare di prenderne una con tante immagini che vi costringerebbe a duplicare troppe volte la vostra immagine.

.
13. Ora, cliccando sulla vostra immagine per attivarla, dovete duplicarla tante volte quante sono le immagini della floatie che usate: Immagine – Duplica (IMAGE – DUPLICATE) (imm. 14 e 15).

.
14. E ora vedremo i due modi in cui possiamo far si che la nostra decorazione oggi ma anche le nostre scritte su immagine rimangano ferme nelle stesse posizioni e non “ballino”, leggete e guardate le immagini prima di decidere quale dei due metodi usare.

.
15. Attivate la vostra immagine toccandola e cliccando nella Barra degli Strumenti sulla destra di Photofiltre nel Quadrato di Selezione (come indicato dalla freccia nell’imm. 16) andate a selezionare la parte della vostra immagine che intendete decorare con i floaties. Dei due modi che potete usare, il primo è quello che avete usato nelle Scritte Glitterate su Immagine in una posizione diversa da quella che esce automaticamente (punto 16), l’altro è nuovo (punti 18 a 20), ma a me sembra ancora più facile e, credetemi, difficilmente usando questo sistema le vostre scritte “balleranno”. collage-4-floaties-bolle-coniglietto.jpg..

.
16. Cliccate nel menù in alto su Selezione e poi in Impostazioni Manuali (SELECT – MANUAL SETTINGS) (imm. 16) e dopo aver selezionato, se non lo è già, Manuale vi scrivete in un foglio di carta i valori della x e la y che confermate cliccando su Ok (imm. 17) ed ogni volta, in ogni immagine, dopo selezionare la zona da decorare, dovrete cliccare su Selezione e Impostazioni Manuali e spostando con la freccia i valori della x e la y mettere questi che avete scritto.. .

.
17. OPPURE:. .

.


18. Dopo toccare la vostra immagine per attivarla andate al Menù degli Strumenti, in alto, e cliccate su Visualizza e poi nel menù successivo cliccate su Mostra Griglia che selezioniamo e poi ricliccando di nuovo su Visualizza selezioniamo Allinea alla griglia (VIEW – SHOW GRID- SNAP TO GRID) (imm. 19 e 20) collage-5-a-floaties-bolle-coniglietto.jpg..

.
19. Nella vostra immagine appare una griglia con quadretti che vi aiuterà a sistemare le vostre floaties in questo caso, ma anche una scritta o qualunque altra cosa vorrete mettere nella vostra immagine…..

.
20. Contate i quadretti che separano la vostra selezione per esempio dall’angolo del margine e vedrete che quando andate a sistemare lì la vostra selezione, essa si sistemerà, se la mettete sugli stessi quadretti, in uguale posizione che aveva la prima volta. (imm. 21).

.


21. Sia che abbiate usato uno o l’altro modo ora….

.
22. Toccate per attivare il vostro primo floatie e cliccate su Modifica e poi Utilizza come Trama (EDIT – DEFINE PATTERN) (imm. 22).

.
23. Ora attivate la vostra immagine ed andate poi su Modifica e Riempi con la Trama (EDIT – FILL WITH PATTERN) (imm. 23).

.
24. I floaties occupano ora il posto che avevate selezionato nella vostra immagine e ora potete cliccare di nuovo su Visualizza e deselezionare la Griglia.(VIEW – SHOW GRID) (imm. 24). collage-6-floaties-bolle-coniglietto.jpg

.
25. Andate in alto su Selezione e poi su Nascondi Selezione. (SELECT – HIDE SELECTION) (imm. 25). 25a.jpg

.
26. Procedete ora a salvare la vostra prima immagine, ormai finita, come gif; ora avete la prima immagine che formerà la vostra gif finale (imm. 26)…e procedete così con ogni floatie ed ogni vostra immagine fino ad usare tutti i vostri floatie con le vostre immagini duplicate. 26a1.jpg

.
27. Ed ora fate scivolare in UnFreez in ordine ogni vostra immagine con i floaties, e selezionando Ripetere l’Animazione (LOOP ANIMATION) e mettendo 10 come velocità dell’animazione, cliccate su Fai la Gif Animata (MAKE ANIMATED GIF) (imm. 27) 27a.jpg e avrete la vostra gif finale, simili o uguali a queste:

.

coniglietto-bolle-finale.gif

.
Come al solito nella Gallery 4, 5, 6 e Festività potrete trovare altri spunti per altri vostri tutorials e nell’ELENCO TUTORIALS troverete altri tutorials con cui esercitare la vostra fantasia. 🙂