aprile 2008


Oggi facciamo un collage con le immagini sistemate un po’ di qua e di là…alcune sopra le altre e persino storte come spero fosse la richiesta di Serena. E’ molto semplice come è comunque semplice fare qualunque Collage con Photofiltre. I soliti Collages regolari con le foto attaccate una all’altra si possono fare, se le foto sono tutte uguali, persino usando la funzione Incolla Speciale – Assembla e poi selezionando a destra o sinistra e sotto. Ovviamente se tutte le immagini non fossero uguali si possono incollare su un documento e renderle lì il più uguali possibile, nonostante le diverse forme… Insomma non solo è facile fare un Collage ma si può fare in tanti modi diversi, qualcuno facilissimo…

Come vedrete, ho fatto più di un collage anche se ne ho spiegato solo uno. Le varianti sono minime e le uniche cose che cambiano sono le decorazioni… Ho inserito pagine di quaderno, ganci, scotch, clips… Basta copiaincollarli e a questo punto penso che le spiegazioni possano essere ormai superflue…

Ovviamente potete fare infinite varianti come mettere come sfondo una delle vostre immagini ingrandita che farà appunto da sfondo; mettere le immagini che avete fuso insieme con il plugin aritmetico, come questo per esempio…

Sta a voi creare tanti collages diversi e belli a seconda delle immagini e della vostra fantasia…. Ecco qua qualche esempio…

Alla fine di questo tutorial, ho aggiunto la spiegazione del Collage Animato, il cui risultato dipende molto dalle immagini che si usano… Comunque ovviamente non dovete badare alle immagini che io ho usato ne ai risultati in se, dato che si tratta di uso per spiegazioni…

Sarà questo il collage che faremo…

Per realizzarlo ci serve:

• Photofiltre che se non avete trovate qua
• Tante immagini quante ne volete mettere nel vostro collage
• Qualche brush o decorazione per il vostro collage… Qua sotto trovate qualche gif così come un gancetto ed una puntina….

  1. Aprite un documento nuovo: File – Nuovo (FILE – NEW) (imm.1) Io ho aperto un documento di 1200 x 900, dipenderà dalla quantità di foto che volete mettere e, se lo fate più piccolo, comunque difficilmente meno di 800 x 600.
  2. Cliccate in alto sul Menù a destra sul Colore che volete mettere come sfondo (ovviamente potete mettere un pattern, se lo preferite, come sfondo). Poi cliccate sul Barattolino e successivamente sul vostro documento e coloratelo. Procedete ora ad aprire la prima immagine che volete inserire nel collage: File – Apri (FILE – OPEN) (imm.2)
  3. Potete aprire anche tutte le immagini assieme ma una volta che le avete tutte aperte, riducetele ad icona tutte tranne quella che state per usare sul momento, per evitare di confondervi. Sicuramente le immagini saranno quasi tutte più grandi di come dovranno essere nel collage, così procedete a ridurre la prima alla misura che a voi piaccia. Cliccate dunque su Immagine – Dimensione Immagine (IMAGE – IMAGE SIZE) e la ridurrete (imm.3). Io ho ridotto la prima a 400 x 250.
  4. Se volete metterle un bordino cliccate su Immagine – Contorno Esterno (IMAGE – OUTSIDE FRAME) e mettete successivamente come Colore il Bianco e 5 come Misura. Io ho preferito in questo caso non mettere nessun bordino alle foto.
  5. Questa immagine la metterò dritta perciò, dopo toccarla per attivarla se non lo è, (la riga in alto diventa di un azzurro acceso) clicco su Modifica – Copia (EDIT – COPY) (imm.4).
  6. Tocco ora il documento e clicco poi su Modifica – Incolla (EDIT – PASTE) (imm.5). Sistemo ora la foto nel posto che ho scelto e confermo con l’invio. In questo caso io l’ho sistemata in basso a destra. Convalido con l’invio ed apro l’immagine successiva (imm.6). Ovviamente se volete potete mettere dei pezzi di scotch agli angoli, o puntine…così come potete unire le foto con ganci, o clips… Potete vedere nei diversi esempi dove qualche volta l’ho fatto, sta a voi decorare come volete… Se non avete clip, ne trovate una nel tutorial sull’effetto polaroid, i pezzi di scotch, se non ne avete altri, li trovate nel tutorial apposito e dovrete incollarli come lì è indicato… Vi ho aggiunto sopra un gancetto ed una puntina…poi logicamente voi potrete mettere tutto ciò che più vi piaccia…
  7. La mia seconda immagine è molto piccola e non devo ridurla, ma voi, se la dovete ridurre, farete come sopra nel punto 3. Questa volta vorrei inclinarla verso destra e per fare ciò si deve cliccare su Immagine – Ruota – Libera (IMAGE – RUOTATE – FREE) (imm.7) e nella finestra successiva mettete sotto Angolo la Misura di quanto volete che ruoti…
  8. Io in questo caso ho messo 35 (ovviamente si può mettere quanto si desideri in funzione dell’inclinazione che si voglia dare) e, per evitare che i triangoli che appaiono attorno alla foto girandola rimangano bianchi ed aver poi problemi con la trasparenza dato che nella immagine ci sono dei pezzi bianchi, metto come colore lo stesso dello sfondo del collage (l’azzurro in questo caso) dato che non è presente nella nostra seconda immagine (imm.8 ). Allora, in generale, quando volete girare un’immagine dovete mettere uno sfondo sempre di un colore che non sia presente nell’immagine che state ruotando in modo che, al rendere trasparente lo sfondo che si crea ruotandola, non vi diventino pure trasparenti pezzi della vostra immagine.
  9. Cliccate ora nel Menù in alto sull’Icona di Trasparenza e con Tolleranza 30 cliccate in Ok (imm.9).
  10. Lo sfondo creatosi ruotando la vostra immagine ora è trasparente e potete procedere ad incollare. Cliccate su Modifica – Copia (EDIT – COPY) (imm.10).
  11. Toccate ora il collage attivandolo e andate poi a cliccare su Modifica – Incolla (EDIT – PASTE) (imm.11).
  12. Sistemate ora la vostra immagine nel collage dove volete e confermate l’incollatura con l’invio. Ora apriamo la nostra terza immagine da inserire. (imm.12)
  13. Anche questa non è necessario ridurla in questo caso ma se voi dovete, fate come avete fatto prima nel punto 3. Ora però vogliamo ruotarla un po’ verso sinistra. Clicchiamo dunque su Immagine – Ruota – Libera (IMAGE – ROTATE – FREE) (imm.13).
  14. Nella finestra successiva mettete come Colore uno che non sia presente nella vostra immagine e -15 (meno 15) come angolo di rotazione (imm.14)
  15. Cliccate sull’icona di Trasparenza ora (imm.15) e una volta che la vostra immagine ha lo sfondo trasparente e le misure giuste dopo toccarla per attivarla se non lo è, cliccate su Modifica – Copia (EDIT – COPY) (imm.16).
  16. Toccate ora il Collage per attivarlo e cliccate su Modifica – Incolla (EDIT – PASTE) (imm.17). Sistemate ora la vostra immagine e confermate con l’invio.
  17. Aprite ora, se non l’avete ancora aperta, la vostra nuova immagine in Photofiltre e reducetela di misura se è il caso. Questa immagine io voglio deformarla un po’ per farla sembrare “stropicciata”. Vi conviene, se anche voi volete farlo, che l’immagine sia larga e bassa…perchè vi venga meglio. Cliccate su Filtro – Deformazione – Spirale (FILTER – DEFORM – TWIRL) (imm.18).
  18. Nella finestra successiva mettete un Colore Diverso da quello presente nell’immagine, selezionate Senso Orario e 2 come Quantità. Controllate con l’anteprima e se vi sembra che vada bene confermate con l’Ok (imm.19)
  19. Andate al Menù a Destra e cliccate sulla Bacchetta Magica e poi, con questa, su uno dei 2 settori della foto che ora appaiono con lo sfondo da rendere trasparente. Una volta selezionato, clicate su Immagine – Trasparenza utomatica – Seleziona Esterno (IMAGE – AUTOMATIC TRASPARENCY – OUTSIDE SELECTION) (imm.20).
  20. Una volta che il Primo Settore è diventato trasparente, procediamo nello stesso modo col Secondo (imm.21).
  21. Ora che i due settori sono trasparenti, cliccate nel Menù a Destra sulla Punta della Freccia di Selezione e procedete poi a selezionare la vostra immagine dal bordo del settore trasparente di sotto a quello di sopra, cioè: praticamente toglieremo dalla nostra immagine i pezzi a destra e a sinistra dell’onda che si è formata sopra e sotto perché dia l’effetto di una foto usata e piegata (imm.22).
  22. Ora andate su Modifica – Copia (EDIT – COPY) (imm.23) e poi, toccando sul Collage per attivarlo, andate di nuovo su Modifica – Incolla (EDIT – PASTE) (imm.24). Sistemate ora la vostra immagine nel Collage e confermate con un invio.
  23. Continuiamo nello stesso modo aprendo le nostre immagini e ruotandole o no, a piacimento, per sistemarle nel nostro Collage. La mia seguente immagine, la prima in alto da sinistra, andrà diritta per cui non c’è bisogno che di ridurre la misura se serve prima di copiaincollarla nel Collage nel modo che abbiamo visto prima.
  24. Apro ora quella dell’angolo opposto (quello a destra) che vorrei inclinare verso destra. Riducetela se vi serve e poi andate a cliccare su Immagine – Ruota – Libera (IMAGE – ROTATE – FREE). Metto 20 come Angolo e si procede come sopra nei punti dal 7 al 9 e quando la vostra immagine è sistemata confermate con un invio.
  25. Aprite la penultima immagine. Questa la metteremo a destra fra quella appena messa e la prima che abbiamo incollato, ruotandola leggermente a sinistra. (imm.25). In questo caso io ho messo come Angolo -9 (meno 9).Procedete come nei punti 13 e 14 del tutorial.
  26. Ora non ci rimane che l’ultima immagine che non presenta particolari problemi dato che è nella sua posizione naturale. Una volta che abbiamo completato il nostro Collage con tutte le immagini (imm.26) procediamo a decorarlo un po’. Possiamo applicare brushes che inseriremo come abbiamo imparato a fare nel tutorial Effetto scotch negli angoli … Possiamo mettere fiori, quaderni,strumenti musicali copia incollati… fare bordini… Io in questo collage ho fatto dei bordi e inserito qualche brush…
  27. Per prima cosa applicheremo un Bordo in un colore blu. Per farlo cliccheremo nella Bacchetta Magica del menù di destra (Tolleranza 0 e deselezionato Colore) e poi, con essa, nello sfondo azzurro del nostro Collage. Ci appare selezionato il bordo esterno del Collage, ed il contorno delle foto che lo compongono. Clicchiamo su Filtro – Creativo – Contorno Progressivo (FILTRE – STYLIZE – PROGRESSIVE CONTOUR) (imm.27) e nella finestra successiva mettiamo Larghezza 10, Color blu (come nell’immagine), deselezioniamo Esterno, Opacità100, selezioniamo Sfoca (BLUR) negli Effetti e dopo controllare con l’anteprima se va bene confermiamo tutto con l’Ok (imm.28).
  28. Continuiamo ora con i brushes. Prima apriamo la “pizza” con la pellicola che metteremo a sinistra. Anche se è una gif con lo sfondo trasparente non rappresenta un problema per inserirla come brush e così dopo toccarla per attivarla, clicchiamo su Modifica – Copia (EDIT – COPY). (imm.29).
  29. Mettiamo nel Menù dei Colori in alto a destra il colore con cui vogliamo fare apparire la nostra decorazione. Poi tocchiamo il Collage per attivarlo e clicchiamo su Modifica – Incolla Speciale – Mask (EDIT – PASTE SPECIAL- MASK) (imm.30).
  30. Sistemiamo la nostra “pizza” a sinistra e con il cursore nei Bordi della Selezione procediamo ad ingrandirla un pochino, dato che è veramente molto piccola. Quando è sistemata confermiamo con un invio. Ed apriamo ora la nostra cinepresa che sistemeremo nell’angolino superiore destro (imm.31).
  31. Procediamo con la cinepresa nello stesso modo di prima e la sistemiamo aprendo poi la sedia del regista che andrà in mezzo, sotto la scritta sempre usando lo stesso sistema. A questo punto non ci rimane che fare la scritta finale.
  32. Clicchiamo dunque nella T del Menù in Alto e scegliamo il Carattere che desideriamo mettere. In questo caso ho usato Alba Super come Carattere, Dimensione 60, selezionando grassetto e senza nessun Effetto, ma invece di scrivere ho Trasformato in Selezione (imm.32).
  33. Sistemata la Selezione clicco su Filtro – Creativo – Contorno Progressivo (FILTER – STYLIZE – PROGRESSIVE CONTOUR) (imm.33).
  34. Nella finestra seguente la Larghezza è 10, il Colore il blu che abbiamo usato per i bordi ed i brushes, deselezioniamo Esterno, Opacità 100%, negli Effetti mettiamo Sfoca (BLUR) e controllando l’anteprima se va bene, confermiamo poi con Ok (imm.34).
  35. Senza togliere la Selezione facciamo un altro Contorno Progressivo, bianco questa volta e selezionando Esterno (imm.35)… Il nostro Collage è finito ed ora possiamo salvarlo….Eccolo qua come si presenta….

Ed ora guardiamo le poche differenze che ci condurranno a realizzare il COLLAGE ANIMATO:

freddie-finale

  1. Aprite in Photofiltre tutte le immagini che volete formino parte del vostro collage: File – Apri (FILE – OPEN). Come vedrete ho messo delle immagini piccole, per non occupare molto spazio e che non siano molto pesanti; in questo caso ho usato foto dei Queen e Freddie Mercury. Logicamente voi userete le vostre foto, ma usatele piccole, al meno la prima volta per provare, dato che ruotandole hanno bisogno di più spazio. Io ho messo 300 come misura più grande.
  2. Aprite un documento nuovo in Photofiltre: File – Nuovo (FILE – NEW). Deve essere sufficientemente grande per contenere tutte le vostre foto con le diverse rotazioni. Io, con queste immagini piccole, ho aperto un documento bianco di 600×400.
  3. Toccate la prima immagine, quella che verrà sotto, per attivarla (diventa di color azzurro deciso la riga di sopra). Ora ruotatela come nel Collage sopra facendo diventare trasparente lo sfondo (punti dal 7al 9 del tutorial sopra).Io qua ho messo 45 come Angolo nella prima immagine.
  4. Cliccate ora in Modifica – Copia (EDIT – COPY) ed ora andate al vostro documento nuovo, toccatelo per attivarlo, e tornate a cliccare Modifica – Incolla (EDIT – PASTE)
  5. Sistemate ora la vostra prima immagine ed una volta nella posizione convalidate con un invio o cliccando col tasto dentro del mouse, mantenendo il puntatore dentro la selezione, cliccate poi su Convalida Copia (VALIDATE PASTE)
  6. Ora avete la vostra prima immagine pronta. Salvatela come gif ma lasciatela in Photofiltre perché è su questa immagine che dovrete incollare le altre, come vedrete in seguito.
  7. Toccate ora la vostra seconda foto per attivarla e cliccando come nel punto 3 ruotatela quanto vorrete. Io ho messo in questo caso come Valore -10. Ovviamente, perché il vostro collage sia carino, ogni volta dovrete dare un valore differente alla rotazione. (Gli altri valori che ho messo sono – 16 per la terza, la quarta non l’ho ruotata e l’ultimo è 20)
  8. Procedete ora come nei punti 4 e 5 finendo per incollare la seconda immagine che avete ruotato, sopra la prima.. (imm.1)
  9. La vostra seconda immagine dell’animazione è pronta. Salvatela come gif col numero 2 ma mantenetela sempre in Photofiltre per continuare ad incollarci sopra tutte le alte. (imm.2)
  10. Procedete con tutte le immagini nello stesso modo, senza dimenticare di salvarle ogni volta che ne incollate una sopra, sempre come gif e con il numero progressivo . Ovviamente, se volete, potete lasciare un’immagine o più di una senza la rotazione al fine di una migliore resa, io qua ho lasciato la quarta…
  11. Quando avrete finito di incollare tutte le vostre immagini ed avrete salvato anche l’ultima, le farete scivolare, seguendo l’ordine numerico, in Unfreez. Mettete una velocità alta (io ho messo 50) e fate la vostra gif. Il vostro Collage Animato è finito.

Ed ecco qualche altro esempio…

Per oggi è tutto, al mio solito vi invito a guardare per i dubbi o altri tutorials TUTORIALS PER CASO e per altri spunti le nostre Gallery in particolare la più recente per la Festa della Mamma.

Annunci

Amicizia

.

Non posso darti soluzioni per tutti i problema della vita
non ho risposte per i tuoi dubbi o timori,
pero’ posso ascoltarli e dividerli con te

Non posso cambiare né il tuo passato né il tuo futuro
pero’ quando serve staro’ vicino a te

Non posso evitarti di precipitare,
solamente posso offrirti la mia mano
perche’ ti sostenga e non cadi

La tua allegria, il tuo successo e il tuo trionfo non sono i miei
pero’ gioisco sinceramente quando ti vedo felice

Non giudico le decisioni che prendi nella vita
mi limito ad appoggiarti a stimolarti e aiutarti se me lo chiedi

Non posso tracciare limiti dentro i quali devi muoverti,
pero’ posso offrirti lo spazio necessario per crescere

Non posso evitare la tua sofferenza,
quando qualche pena ti tocca il cuore
pero’ posso piangere con te e raccogliere i pezzi per rimetterlo a nuovo.

Non posso dirti né cosa sei né cosa devi essere
solamente posso volerti come sei ed essere tuo amico.

In questo giorno pensavo a qualcuno che mi fosse amico
in quel momento sei apparso tu…

Non sei né sopra né sotto né in mezzo
non sei né in testa né alla fine della lista
non sei ne il numero 1 né il numero finale e
tanto meno ho la pretesa
di essere il 1° il 2° o il 3° della tua lista

Basta che mi vuoi come amico
non sono gran cosa,
però sono tutto quello che posso essere

(Jorge Luis Borges)

🙂

 

 

C’era tanta gente, aveva piovuto tanto e persino grandinato in settimana ma la mostra Messer tulipano al castello di Pralormo sta per finire fra pochi giorni e così nonostante queste premesse tutte negative ed il non perfetto stato di tanti tulipani sono felice di essere stata il 25 aprile scorso a vedere quel meraviglioso spettacolo offerto da 75.000 tulipani sparsi in aiuole lungo il parco del castello. Il viaggio è stato veloce, la distanza era veramente poca e già per strada la campagna, normalmente verde e piatta ci riservava allegre sorprese con campi coltivati di un giallo meraviglioso. Ma appena 10 minuti di strada e già vedevamo in lontananza il castello.

La giornata era magnifica con un sole veramente caldo. L’organizzazione era buona e nonostante l’afflusso, nell’enorme parcheggio allestito in paese c’era spazio… Sistemata la macchina e pagato il parcheggio, la navetta che porta al castello non si è fatta attendere. Il percorso dal punto dove si ferma il pullman al castello era pieno di bancarelle di prodotti tipici… asparagi, salumi, formaggi, torte, piante, fiori…roba da mangiare e no. La coda all’ingresso non era particolarmente lunga e così appena entrati siamo stati accolti da una bellissima giara che versava…fiori 🙂 non potevamo aspettarci di meglio…

Le aiuole di tulipani, lunghe striscie colorate nel verde del prato del parco, appena mosse dal vento, mi sembravano le onde su un mare verde con la sua schiuma increspata e colorata con tutti i colori inimmaginabili 🙂 … Era bellissimo e l’unico dispiacere era non essere riuscita ad andare che dopo una settimana intera di tempo bruttissimo che non aveva certo fatto un gran bene a quei poveretti tulipani… E pensavo: se è già tutto così bello, chissà come sarà stato due settimane fa…? peccato…

Il bel laghetto per raccogliere l’acqua per irrigare con la barchetta, i tronchi tagliati belli massicci e bitorzoluti disposti come panchine, il bel parco, le casette per gli uccellini, i pensieri di scrittori famosi in tema sparsi qua e là, i vari percorsi fra odori, profumi, piante aromatiche, le serre, la cascina, l’orangerie, i gazebo, le varie bancarelle, tutto era curato, allegro profumato ed armonioso… Ho percorso ogni angolo che ho visto del parco, cercando di non perdermi un solo fiore e man mano che il tempo andava avanti, ero più stanca e la gente aumentava ma trovavo tutto così bello che, nonostante la stanchezza, il caldo (mi ero vestita pensando alla settimana passata più che a quella splendida giornata di sole), i problemi che i profumi dei fiori mi creavano con l’allergia, non mi sono fermata che quando ho finito di vedere tutto il parco ed ogni fiore lì piantato… Ma non potevo fermarmi, troppo bello per lasciarmi abbattere dall’allergia sempre in crescendo, dovevo farmi forza e cercare di non perdere nulla di quell’arcobaleno di fiori 🙂

Finito il parco rimaneva il castello. Benchè di fuori non sia che un grande castello non particolarmente aggraziato, volevo vedere il primo castello abitato che mi capitava di aver vicino. Fatto il biglietto, c’era da attendere mezz’ora prima che il gruppo a cui eravamo stati assegnati potesse entrare. A quel punto senza perdere tempo… il bar, prendere almeno una bottiglia d’acqua!!… la mia gola con l’allergia sembrava ormai a fuoco…. Unica nota dolente: c’è un solo bar, che ovviamente avevo già passato nel mio giro ma, essendo pieno, avevo deciso di visitare, se possibile, a giro del parco completo finito… Per fortuna la gente arrivava ad ondate… fra due di esse sono riuscita ad arrivare e farmi dare quasi subito la mia bottiglietta d’acqua… Ed ho trovato persino una sedia dove sedermi che, dato l’aumento costante di persone, non sembrava possibile. Ero veramente stanca della camminata e cotta e sudata così tanto vestita con quel sole 🙂

La visita del castello, abitato dai conti Beraudo di Pralormo, si è rivelata molto interessante. Il castello nei secoli ha perso il suo carattere difensivo e con varie modifiche, la chiusura del fossato e del cortile fra le altre, ha preso man mano più le carateristiche di una gran residenza… piena di utensili di ogni tipo dei tempi passati che lì si usavano… Particolarmente interessante la cucina con ogni marchingegno immaginabile… come la ghiacciaia che garantiva il ghiaccio praticamente da neve a neve e che in caso di bisogno, permetteva a qualunque abitante di Pralormo di ottenere il ghiaccio… chiedendolo, o la stufetta dove scaldare tutti assieme contemporaneamente una ventina, mi pare di ricordare, di ferri da stiro in ferro … 🙂

Potrei parlare per ore delle tantissime cose interessanti che si trovano lì, molto ben tenute ed esposte… dalla gran sala da pranzo allestita, al bel cortile chiuso, lo studio, la saletta dei giochi dei bambini, ai “bordati bandiera” che furono la soluzione per presentare al meglio damaschi e velluti di divanetti, letti e sedie ormai ridotte male ma senza spendere i soldi che probabilmente non c’erano e poter ricevere la famiglia reale con le tappezzerie in ordine 🙂 ma non voglio addormentarvi… Meglio vedere, se volete, uno slide con le altre fotografie della mostra nel parco del castello. Dentro non è possibile fotografare purtroppo, solo la cappella con ingresso esterno, può esserlo…

.

altri:

 

E tutto insieme, tutte le voci,
tutte le mete, tutti i desideri,
tutti i dolori, tutta la gioia, tutto il bene e il male,
tutto insieme era il mondo.
Tutto insieme era il fiume del divenire,
era la musica della vita.

 

(Hermann Hesse – Siddharta)

.

L’uomo vive di ragione, ma sopravvive di sogni.

(Miguel de Unamuno)

Oggi è…il giorno dedicato a questa nostra Terra che sta maluccio… e dobbiamo assolutamente riuscire a farla star sempre meglio… 🙂

Ho letto qualche articolo, ma uno mi ha colpito in modo particolare….!!!

Nei campi fiori senz’anima
E’ scomparso il profumo…

“Chi domina gli odori domina il cuore degli uomini, scrive Patrick Süskind, chi ne carpisce l’odore ne ruba l’anima.”

Così inizia l’articolo di CARLO GRANDE su : La Stampa.it Ambiente

Ed è proprio vero…! Quante volte mi è capitato di passare davanti ad un giardino fiorito e di non accorgermi dei fiori se non dopo averli visti…!! Beh…per abitudine ormai non ci facciamo caso ma, a ben pensarci, manca qualcosa…il profumo…!!! Tempo fa…era proprio il loro profumo che, senza neppure vederli, ci indicava la loro presenza..e quel giardino aveva una sua anima…! Ecco, speriamo che i nostri giardini la ritrovino presto..la propria anima..! 🙂

Adriano CELENTANO-Aria… non sei più tu

Pagina successiva »