Ghost busterspost-1385-1184635693.gif

Trick-or-Treating: Dolcetto o Scherzetto

Durante il Medioevo, una pratica popolare per Ognissanti era la preparazione della “soul cake,” (torta dell’anima) un semplice dolce fatto di pane con una decorazione di uva sultanina o ribes. Nella tradizione chiamata “souling,” i bambini andavano di porta in porta chiedendo un pezzo di torta, proprio come nel moderno trick-or-treat. Per ogni fetta di torta ottenuta, ciascun bambino doveva dire una preghiera per l’anima di un parente defunto, o per un parente di chi aveva dato loro la torta in questione. Le preghiere dei bambini dovevano servire alle anime dei defunti per trovare l’uscita dal purgatorio e arrivare così al paradiso. I bambini cantavo anche la canzone della ‘soul cake’ , così come oggi ci sono filastrocche del tipo “Trick-or-treat, trick-or-treat, give me something good to eat.” (Dolcetto o Scherzetto, dammi qualcosa di buono da mangiare).
Una versione della canzone diceva:

A soul cake!
A soul cake!
Have mercy on all Christian souls, for
A soul cake!

(Abbi pietà per tutte le anime Cristiane
per una torta dell’anima)

Da: Halloween.it