domenica, 19 luglio 2009


Come dicevo nel finale della seconda parte di questo tutorial con questo stesso sistema si possono far sparire personaggi o cose da un’immagine o farle apparire (basta solo che invertiamo l’ordine delle immagini quando le facciamo scivolare in Unfreez per fare la gif)…

.

Vediamo ora come…

.

bimbi al mare ridotta

.

Useremo come sfondo quest’immagine e aggiungeremo le due bimbe piccole di quest’altra immagine davanti a loro, a destra sedute nell’acqua.

  1. Aprite l’immagine delle bambine per prima: File – Apri (FILE OPEN)

  2. Come potete vedere lo sfondo attorno ad entrambe le bambine non è di colore uniforme per cui per poter portarle poi al meglio nell’altra immagine dovremo toglierle da quello sfondo. Io lo farò usando il Poligono (ovviamente si può usare anche il Lazo, se preferite). Per chi non sapesse come usarlo, le spiegazioni le trovate in questo tutorial dal punto 3 al punto 8. (Per chi avesse difficoltà con questo sistema, può adottare il sistema di colorare lo sfondo come è proposto nel punto SFONDI CON COLORE NON UNIFORME di quest’altro tutorial ).

  3. Chi, come me, seguirà il metodo con il Poligono dovrà cliccare sul Menù di destra nella Punta della Freccia in alto (punto 1 imm.1b) per far apparire, se non ci fossero sotto, tutte le selezioni.Cliccate poi sul Poligono (punto 2 imm1b) e tornate alla vostra immagine ed incominciate a selezionare tutt’attorno alle due bambine. Una volta selezionato il contorno esterno (punto 3) vedrete che dentro al manico del secchiello e sotto il braccio della bambina a sinistra rimangono due sezioni dello sfondo che dovremo selezionare e togliere in un secondo tempo (punto 4), per cui, in questo caso non possiamo incollare direttamente nella foto le bimbe così selezionate sull’immagine di sfondo.

  4. Per questo motivo andremo nel Menù di destra e sceglieremo un colore che non figuri nell’immagine delle bimbe (il verde foglia secca in questo caso) (punto 1 imm 2b). Cliccate poi nella freccetta nera a destra ed in alto del quadrato verde del primo colore e così il vostro verde finirà come secondo colore nel quadrato di destra (punto 2) e cliccate poi nel Menù in alto su Selezione – Inverti (SELECTION – INVERT) (punto 3 imm 2b).

  5. Cliccate su Modifica – Pulisci (EDIT – CLEAR) (imm.3b).

  6. Il contorno esterno delle bimbe ora è verde. Selezionate e cambiate colore come fatto prima, uno per volta, ai pezzetti fra le bimbe e sotto il manico del secchiello dopo di che la vostra immagine sarà pronta per riuscire a selezionare ed incollare perfettamente le bimbe ed aprire l’immagine che sarà il nuovo sfondo (imm.4b). collage bimbe 1

  7. Toccate l’immagine delle bambine per attivarla (punto 1 imm 5b) e cliccate nel Menù di destra sulla Bacchetta Magica (punto 2) e con Tolleranza 30 (punto 3) e la casella colore selezionata (punto 4) cliccate con la Bacchetta sullo sfondo verde (punto 5). Rimarrà selezionato il bordo esterno dell’immagine e le bambine (punto 6 imm 5b).

  8. Cliccate su Selezione – Inverti (SELECTION – INVERT) (imm.6b).

  9. Cliccate ora su Modifica – Copia (EDIT – COPY) (imm.7b).

  10. Toccate ora per attivare il vostro sfondo e cliccate nel Menù in alto su Modifica – Incolla (EDIT – PASTE) (imm 8b).   collage bimbe 2

  11. Sistemate ora le due bambine nella vostra immagine e confermate l’incollatura con in invio. La vostra prima immagine è pronta e potete ora salvarla come gif con il numero 1.

  12. Proseguite come dal punto 13 alla fine del tutorial immediatamente sopra a questo salvando le vostre immagini con i valori lì indicati e facendoli poi scivolare in Unfreez per finire la vostra gif.

Ed eccovi qua un altro esempio…  ragazze ridotta invertita

.

Con questo stesso sistema potete usare gifs con lo sfondo già trasparente copia-incollandole come in questi esempi prova a 30 pittrice e cavalletto a 30

o brushes che incollerete nel colore che vorrete come spiegato dai punti 7 al 13 di questo tutorial

come in questo altro esempio per le cornicette  evanescenza anguria ridotta (la frutta è stata logicamente ritagliata ed incollata sopra) o in questo   prova finale per le farfalle che ho sfumato come vedete alternandole (due partendo dalla prima immagine e due partendo dall’ultima).

.

.

Ma usando questo stesso sistema si possono fare tantissime varianti come fare una  TRANSIZIONE FRA DUE IMMAGINI IN DISSOLVENZA come in questo esempio…

.

fiore rosse sovraposte finale

.

che spiegheremo  nella quarta parte del tutorial a giorni… 🙂

In attesa del nuovo progetto di legge sulla sicurezza stradale che dovrebbe venir votato a giorni si irrigidiscono i controlli stradali su velocità e lo stato del conducente alla guida. Numerosi sono i controlli da parte della polizia stradale ed in uno di questi una pattuglia stradale ha fermato una macchina che suore finale 1sfrecciava  a 180 all’ora sull’autostrada che da Torino porta ad Aosta.

Enorme la sorpresa dell’agente che avicinatosi alla macchina per richiedere “patente e libretto”  si è trovato con… 3 suore che sembravano assai agitate e molto di fretta 😮

Ecco, come Repubblica racconta i fatti:

Suore multate per eccesso di velocità: “Eravamo in ansia per il Santo Padre”

TORINO – Tanto preoccupate da premere il pedale dell’acceleratore un po’ troppo. Tale era l’apprensione provocata dalle condizioni di salute del Papa, e il desiderio di vedere da vicino quali fossero state le conseguenze dell’incidente che ha costretto Ratzinger a un’intervento dopo la frattura di polso. Peccato però che la troppa ansia abbia portato tre suore a sfrecciare a 180 all’ora sull’autostrada. E a prendersi una multa per eccesso di velocità.

Quando, ieri pomeriggio, le tre religiose sono state informate del ricovero in ospedale del Pontefice, hanno subito deciso di precipitarsi ad Aosta. Hanno viaggiato in autostrada, appunto a 180 chilometri orari. Ma non hanno fatto i conti con la polizia stradale, che le ha fermate e multate all’altezza di Quincinetto, in provincia di Torino, per l’elevata velocità.

“Patente e libretto”, è stata la richiesta di rito che il poliziotto ha rivolto, non senza un certo imbarazzo, alla religiosa al volante. “Correvate parecchio”, le ha rimbrottate l’agente. Che si è sentito rispondere “figliolo, ha ragione, ma andavamo di fretta perché siamo preoccupate per la salute del Santo Padre”.

Una nobile giustificazione. Che tuttavia non ha evitato alle suore una multa di 375 euro e la sospensione della patente per un mese alla spericolata conducente, suor A. M., di 56 anni. A quel punto la religiosa, per completare il viaggio e raggiungere l’ospedale di Aosta dove Benedetto XVI è stato operato, ha dovuto lasciare il volante. E affidarlo a una delle due consorelle a bordo, di 65 anni.