agosto 2009


Sabato 29 e domenica 30 si è svolta a SaintVincent la ottava fiera delle Alpi,   rassegna di artigianato e gastronomia locale e non, che si dipana lungo le vie centrali della cittadina… Avendo saputo della manifestazione da chi vi portava i propri lavori, abbiamo passato una giornata di splendido sole e vento nella fiera ma non solo…

DSCN1748 ridotta DSCN1753 ridotta DSCN1751 ridotta

Abbiamo girato la cittadina e, complice anche una estenuante attesa dell’agognato pranzo al ristorante, ho approfittato per scattare qualche foto  tralasciando il famoso Casinò dato che lo splendido sole, le montagne, i fiori e il vento non inducevano certamente a pensar di chiudersi da nessuna parte, nemmeno per provare la fortuna… troppo bello stare fuori e godersi una giornata veramente stupenda dal punto di vista metereologico…

DSCN1741 ridotta DSCN1744 ridotta DSCN1747 ridotta

DSCN1739-1 ridotta DSCN1758-1 ridotta DSCN1749 ridotta

Ovviamente allo svolgimento della fiera il vento qualche problema lo ha causato… ma tutto sommato anche se con problemi i gazebo e le merci dei partecipanti  non hanno preso il volo, o almeno si è riusciti a trattenerli in qualche modo 😀

DSCN1737 ridotta DSCN1749-1 ridotta DSCN1740 ridotta

dscn1759 ridotta DSCN1758 ridotta DSCN1760 ridotta

Sull’autostrada al ritorno, come capita sovente in Val d’Aosta, ogni tanto si vede un castello più o meno in lontananza ma di colpo davanti a noi il forte di Bard  illuminato dagli ultimi raggi del sole è apparso sulla nostra strada come fosse un miraggio!! 😮 … Sembrava un sogno, arrivato lì ad illuminare quel pezzo della nostra strada 🙂

DSCN1766-1 ridotta DSCN1765 ridotta DSCN1772 ridotta

DSCN1772-1 ridotta DSCN1775-1 ridotta DSCN1776-4 ridotta

Ancora un po’ più avanti ed è stato il tramonto a farci compagnia per rendere ancora più bello il ricordo di una splendida giornata a Saint Vincent.  🙂

DSCN1778 ridotta questa DSCN1790-2 ridotta DSCN1784-1 ridotta

Ed ecco anche un video 🙂

A vacanza conclusa dal treno vedere

chi ancora sulla spiaggia gioca si bagna

la loro vacanza non è ancora finita:

sarà così sarà così

lasciare la vita?

(Vivian Lamarque)

treno+vita

Gironzolando sul web in cerca di un pò di aria fresca…178 😀 mi sono imbattuta in strani scorpioni 😮

183476

GIU’ LE MANI DAI GIOIELLI…è il titolo della foto, e infatti il trafiletto dice:

“Infilereste mai una mano in questa teca? Probabilmente neanche il ladro più esperto ci proverebbe, dato che in questa gioielleria di South Lion (Michigan) si utilizza un antifurto un po’ particolare: 12 scorpioni imperatori (Pandinus imperator) africani – non particolarmente velenosi, ma decisamente minacciosi – che vengono lasciati scorrazzare tra i preziosi monili.”

Cliccare QUI per saperne di più e guardare anche un video… 🙂

Anche oggi un’ umidità spaventosa e caldo, qui da me, 0001 tanto da non riuscire a fare quasi nulla se non a stare seduta vicino al ventilatore…pensando a come potermi raffreddare di più… 😀 0008

Però, tanto per restare un minimo attiva, ho finito di leggere un libro. Proprio alla fine ci sono 2 paginette dove lo scrittore racconta una storia, come lui se la ricorda, dopo averla letta tanti anni prima.

La voglio mettere qui per fartela leggere, Sol, perchè credo davvero che, specie in questi ultimi tempi, anche noi forse siamo delle “viaggiatrici notturne” che hanno acceso il loro fuoco… 🙂 e ci stanno accanto, alimentandolo perchè un pò infreddolite…ma devono passare la notte… 😉

FARSI UN FUOCO da ” IL VIAGGIATORE NOTTURNO ” di Maurizio Maggiani.

racconto

(cliccare sull’immagine per ingrandire)

leopardo nevi cracoviaA quanto pare allo zoo di Cracovia c’è stata una esplosione demografica in questi ultimi tempi. 😮

Al bellissimo neonato cucciolo di gru coronata ed ai piccoli leopardi delle nevi e volpi del deserto,  si sono aggiunti poi i neo arrivati  cuccioli di gatti della giungla… Sono tutti splendidi!! 🙂  come potete vedere nelle foto della Gallery dell’Ansa

sagra peperone

(manifesto sagra 2009 dal sito del Comune di Carmagnola)

Inizia domani, 28 agosto, la 60a Sagra del Peperone di Carmagnola che come tutti gli anni coinvolge noi abitanti di Carmagnola e tutti quelli che accorrono da altri posti in gran numero in un’affollata atmosfera di eventi in cui si festeggia il peperone, re della produzione agricola carmagnolese,  fra stands, concorsi, sfilate, degustazioni di piatti tipici, spettacoli e manifestazioni varie.

Fino al 6 settembre, data della fine della fiera, ci sarà la consueta rassegna commerciale con 120 stands e 70 aree espositive all’aperto con ogni tipo di articoli: dall’abbigliamento, ai mobili, agli attrezzi, alle automobili e quant’altro; la Piazza dei Sapori dove si può  acquistare il meglio della produzione locale e degustare  i piatti tipici; i concorsi di peperoni con la premiazione dei migliori esemplari, e varie esposizioni tra cui la più interessante è forse quella sulla canapa ed i suoi possibili sviluppi anche nella produzione di pannelli isolanti  per il risparmio energetico negli edifici.

Fra i vari spettacoli da segnalare il “Pepper Sound” del primo settembre,  concerto dei gruppi musicali carmagnolesi con presentazione e vendita del cd a scopi benefici e, provenienti da Zelig, “I Mammuth” (sabato 29) e Franco Neri (“Franco, oh Franco”) che divertirà i carmagnolesi con probabili accostamenti tra i calabresi peperoncini ed i carmagnolesi peperoni sabato 5 settembre.

La “cena sotto le stelle” ed il grande spettacolo di fuochi artificiali (quest’ anno messo in dubbio fino all’ultimo momento) chiuderanno le feste.

Il programma completo della Sagra del 60° compleanno lo trovate qua

Come ogni anno spero di fare una puntatina in giro a curiosare un po’ in ogni angolo, soffermandomi volentieri un po’ più a lungo nella “Piazza dei Sapori” , cercando di trovare un posticino per assistere allo spettacolo di Franco Neri e  guardando i fuochi artificiali che temevo non ci sarebbero stati quest’anno…  Sperando di poter raccontare poi qualche curiosità e soprattutto  nelle clemenze climatiche per questi giorni di festa 🙂

peperoni carmagnola finale

.

altri articoli sulle precedenti Sagre del peperone :

Attendere

sulla soglia del tempo

la magica parola

che apre orizzonti perduti

e ritrovare tra le spighe

il sentiero

degli incontri segreti

tra occhi azzurri di fiordalisi

e rosse bocche di papaveri;

masticare i lunghi steli

fino a raggiungere

quel bacio

a lungo sognato

e addormentarsi

cullati dal frinire dei grilli

sotto il palpitare

delle lucciole

e il bagliore delle stelle…

Che sia l’estate la felicità?

(Maria Luigia Ronco Valenti)

spighe+papaveri+corn.

Pagina successiva »