giugno 2010


Ieri Canale 5, il canale del G.F., ha cambiato tutto il suo palinsesto per rendere omaggio a Pietro Taricone, il “primo Grande Fratello” che resterà nella memoria di tutti.

Ad iniziare da “A gentile richiesta” condotto da Barbara D’Urso per finire con “Matrix extra-Speciale Pietro Taricone”, condotto da Alessio Vinci, Canale 5 ci ha fatto rivivere con documenti, filmati e testimonaianze i dieci anni della storia televisiva di ” o guerriero”…come era stato ribattezzato nella “casa” dai suoi amici per la sua voglia di combattere per raggiungere i suoi sogni.

Voglia di “volare”…che non l’ha mai abbandonato una volta fuori dalla “casa” e che era tornato ad affermare con tutta la sua prorompente genuinità in ” Uno contro tutti” di una famosa puntata del Maurizio Costanzo Show e che Canale 5 manderà in onda domani, giovedì 1 luglio, al posto delle repliche del Grande Fratello.

Fonte : http://tv.vos.it/2010/06/speciale-matrix-su-pietro-taricone-la5-sospende-il-gf1-e-manda-in-onda-uno-contro-tutti/

Annunci

Pietro Taricone non ce l’ha fatta: morto dopo un intervento di oltre 9 ore

L’attore è spirato nella rianimazione dell’ospedale di Terni, dove era ricoverato dopo essersi schiantato con il paracadute

TERNI (29 giugno) – Pietro Taricone è morto poco dopo le 2,30 nel reparto di rianimazione dell’ospedale Santa Maria di Terni, dove era stato trasferito dopo un’operazione durata oltre nove ore eseguita per arrestare le gravi emorragie e ridurre le numerose fratture riportate ieri nelle fasi finali di un lancio col paracadute. Il decesso è stato provocato da improvvise complicazioni. Aveva 35 anni (era nato a Frosinone il 4 febbraio 1975, la famiglia è originaria di Trasacco, in provincia de L’Aquila), lascia la compagna Kasia Smutniak e una figlia di 6 anni, Sophie.

Ieri pomeriggio Taricone era rimasto gravemente ferito nelle fasi finali di un lancio presso l’aviosuperficie di Terni, sotto gli occhi della compagna, Kasia Smutniak. Rianimato sul posto da personale del 118 dopo avere subito un arresto cardio-circolatorio, era stato trasferito in ospedale dove gli sono riscontrate diverse fratture alle gambe e al bacino e copiose emorragie alla testa e all’addome. Era stato quindi operato per oltre nove ore e l’intervento aveva permesso di risolvere il problema legato alle perdite di sangue e di ridurre le fratture. Poi la morte senza che avesse mai ripreso conoscenza. Con l’attore è sempre rimasta in ospedale Kasia Smutniak che si era lanciata con il paracadute poco dopo di lui dallo stesso aereo. Insieme a loro i parenti più stretti della coppia.

L’incidente. Taricone, alcune centinaia di lanci già sulle spalle, era a Terni per partecipare a un corso per la sicurezza in volo riservato a paracadutisti esperti. Al corso, denominato Vela, partecipavano otto paracadutisti. Come gli altri, Taricone aveva seguito due ore di teoria. Quindi un primo lancio senza problemi. L’attore è poi nuovamente salito su un Cessna che ha raggiunto una quota di 1.500-2.000 metri. Taricone si è lanciato per primo dal velivolo e il suo paracadute ad ala si è aperto regolarmente a 1.200 metri dal suolo. A circa 50 metri da terra doveva eseguire una manovra di frenata ma l’ha ritardata ai 20 metri, finendo a terra a una velocità superiore a quella prevista e causandosi le gravi lesioni che poi ne hanno provocato la morte.

Taricone aveva raggiunto la fama con la prima edizione del Grande Fratello, nella quale si era guadagnato il soprannome ‘o guerriero per la sua prestanza e i suoi modi. Una facile fama, che sfrutto al Costanzo Show con Uno contro tutti, ma alla quale aveva rinunciato per dedicarsi anima e corpo alla sua passione, la recitazione. Firmò un contratto di due anni con la Titanus per interpretare alcune fiction televisive. Alternò cinema e tv, da Distretto di Polizia 3 (2002), a Ricordati di me di Gabriele Muccino e Radio West di Alessandro Valori (2003), sul set del quale conobbe Kasia Smutniak e nel 2007 a Maradona, La mano de Dios di Marco Risi, nel ruolo del pusher del Pibe de oro. Nel 2006 fu un vigile del fuoco nella serie tv Codice rosso, nel 2008 tornò con La nuova squadra e con Tutti pazzi per amore, esperienza ripetuta nel 2010. Nel 2009 recitò in Feisbum! Il film, ispirato a Facebook. Un anno fa è stato opinionista su La7 con una rubrica intitolata Pietro la notizia.

da…

http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=108595&sez=HOME_INITALIA&ssez=PRIMOPIANO

Viene da qua…

Certo che gli uomini sono proprio volubili… 😀

Prima l’hanno accusata di aver “distratto” il fidanzato, il numero uno della nazionale spagnola e del Real madrid, durante la partita d’esordio persa contro la Svizzera…ora tutti la cercano e la rete impazzisce per lei..! 😀

E’ Sara Carbonero, l’inviata a bordo campo delle partite della Nazionale Spagnola…che, e devo dire a ragione, è la giornalista più bella del mondo. 🙂

.

Naturalmente lei non è l’unica bellezza a cui sono interessati… soprattutto i fotografi delle agenzie che sono alla ricerca di volti femminili tra le tifose che vengono da tutte le parti del mondo. E di bellezze ce ne sono… come potete vedere nella fotogalleria qui sotto :

.

Ma forse neppure tanta bellezza riuscirà ad oscurare la delusione dei tifosi dopo la sconfitta e l’eliminazione dell’ Italia da questi Mondiali. 😦

(cliccare sulle miniature qui sopra per guardare le photogallery di : Repubblica.it )

Ma c'è sempre una prossima volta...ragazzi !

…………………………………………………………………………………………………………………….

.Continua qua…

.

Mentre ora si susseguono sul palco le esibizioni di vari gruppi musicali in centro in attesa che cali  il buio della sera per dare il via ai fuochi artificiali che chiuderanno questa sera  le celebrazioni a Torino per le feste del suo patrono, San Giovanni, qualche notizia sul farò che  è bruciato ieri sera come è tradizione per queste feste in piazza Castello.

.

Questa volta il farò è caduto verso Porta Nuova, un po’ spostato verso via Garibaldi il che, secondo tradizione, dovrebbe assicurare un anno non cattivo per Torino.

Viene da qua…

Siamo arrivati alle prime eliminazioni dai Mondiali nelle quali sono incappati proprio i padroni di casa, i Bafana Bafana, oltre che la Francia… 😮

Francia-South Africa

Ed è la prima volta nella storia dei Mondiali che la squadra organizzatrice sia fuori al primo turno… 😦

Pianto di una giovane fan per l'eliminazione del South Africa dai Mondiali

Anche l’appello dell’anziano leader, Nelson Mandela, a che i Bafana facessero “una magia” 😮  non è servito e la squadra non ce l’ha fatta pur vincendo contro la Francia che però è finita ultima ed è così fuori anche essa! Forse gli “sciamani”, maestri di magia, si sono in qualche modo vendicati ? 😮 

Ma l’Africa ha ben altri gioielli nella sua Corona.. 🙂

( cliccare sulla miniatura sottostante per guardare il video preso da :www.fifa.com)

The jewel in South Africa’ Crown

Continua qua…

Pagina successiva »