L’estate si avvicina e mentre a me vengono alla mente mari e spiagge assolate e affollate di bagnanti,  c’è un pittore che la rappresenta nella sua essenza diciamo…”succosa” 😀 : è Giuseppe Arcimboldo.

Giuseppe Arcimboldo Estate

Le stagioni è un ciclo di dipinti di Giuseppe Arcimboldo, completati nel 1563 e donati a Massimiliano II nel 1569. Il ciclo era accompagnato da una serie pittorica sui quattro elementi, dipinta nel 1566.

Nei primi del novecento tale opera di Arcimboldo fu relegata a “macabra burla” dei disegni caricaturali di Leonardo, che forse Arcimboldo poté vedere a Milano; probabilmente il pittore ne fu ispirato per la composizione delle sue teste, ma i legami tra i due artisti non sono chiari.

Dopo la partenza verso la corte di Vienna, nel 1562 Arcimboldo divenne pittore di corte sotto l’erede al trono e futuro imperatore Massimiliano II, per il quale compose due cicli di dipinti, Le stagioni e I quattro elementi. La loro disposizione era studiata in modo tale che ognuna delle stagioni fosse rivolta verso un elemento, creando un sistema di rapporti tra microcosmo e macrocosmo propri della dottrina aristotelica; l’interpretazione attuale è quella di opere volte a celebrare il reame viennese tramite un assetto allegorico. Dei dipinti della versione originale rimangono soltanto L’Inverno e L’Estate, custoditi al Kunsthistorisches Museum di Vienna; le versioni più conosciute sono però quelle del Louvre, copie eseguite dallo stesso Arcimboldo sulla richiesta di Massimiliano II nel 1573. Si differenziano dall’originale viennese per una cornice floreale presente in tutti e quattro i dipinti.

Da Wikipedia

I 4 elementi di Arcimboldo

   

……….acqua……………………………..aria………………………….terra……………………….fuoco

Annunci