Fa ancora caldo e ci vorrebbe una bella pioggia. Uno di quei temporali estivi di una volta che arrivavano all’improvviso, duravano per 5 minuti e poi finivano  e finalmente si poteva respirare meglio e sentivi tutto attorno quel buon odore di terra bagnata, l’odore della pioggia e se guardavi verso il cielo dove nuvole bianche lasciavano velocemeente il posto ad un azzurro intenso, potevi vedere un bellissimo arcobaleno  che magari faceva capolino da dietro il tetto di una casa dove ancora le tegole luccicavano per la pioggia.

Oggi è tutto cambiato, la pioggia arriva accompagnata da lampi che squarciano il cielo carico di nuvoloni neri e minacciosi e che fanno sentire tutta la loro rabbia con tuoni tremendi e poi il vento a raffiche che piega e spezza persino gli alberi più resistenti.

Tutto sembra cambiato in natura come nella nostra vita. Le “tempeste” arrivano e ci investono anche con inaudita violenza e a volte ci piegano fin quasi a spezzarci…se non sperassimo di vedere alla fine il nostro un “arcobaleno”

Sarà forse un pò più sbiadito degli arcobaleni della nostra gioventù tanto che a volte quasi non riusciamo più a vederlo, ma sta lassù ed è solo nascosto dietro le nuvole.

Ho trovato sul web questa bellissima frase: “se potessi prendere un arcobaleno, lo farei proprio per te…e condividerei con te la sua bellezza, nei giorni un cui tu fossi malinconico.” 🙂

(cliccare nella miniatura sottostante per guardare o scaricare il pps. che va fatto avanzare cliccandoci col mouse)

Annunci