Ho appena scoperto che sta nevicando,h_snow ma non solo, è evidentemente da un po’ che nevica ed è già tutto bianco 😮 …

Qua, nel mio giardino ora è tutto buio, e la luce che da fuori della cucina illumina il giardino ha deciso di iniziar a dar segni di stanchezza proprio ora, così, con una foto quasi totalmente buia ed un altra sfocata 0085 per la mia “agitazione nevosa” 😀  ecco la prima neve di questo anno qua, da me… nel giardino

20160228_010657-1

20160228_010542-1

 

Annunci

Ecco quello che questa mattina c’era di fronte a me appena aperte le persiane… Non ho saputo resistere e così potete dare una sbirciatina anche voi dalla mia finestra come augurio di buona giornata 😀

Già il 16 gennaio del 2009 Daniele Cat Berro ci spiegava dalle pagine della Stampa di Torino perché Carmagnola aveva il “privilegio” di essere la Siberia del Piemonte (trovate qua l’articolo da me riportato)  e mentre oggi nel tg regionale hanno annunciato come temperatura record della notte scorsa i -24° di Carmagnola sulla Stampa odierna ho trovato un articolo dove, nonostante la discordanza della temperatura forse dovuta all’orario di rilievo, Federico Genta mette in resalto il record comunque di freddo notturno e l’uso, positivo, che si sta faccendo di una piccola parte della gran quantità di neve caduta in città.  Riporto qua l’articolo…

A Carmagnola freddo record. Termometro a 21 gradi sotto zero.

E in piazza i volontari del Cai installano una parete di ghiaccio di 10 metri per le arrampicate

  

FEDERICO GENTA
carmagnola

E’ Carmagnola la città più fredda della provincia di Torino. Questa notte la centralina in Piazza Primo Maggio ha fatto segnare meno 21.4. Pochi disagi per la popolazione, gli unici problemi si sono verificati alla scuola materna di Frazione Casanova, dove si è rotto un tubo. Il clima è così rigido che in Piazza Olimpiadi è stata installata un’arrampicata di 10 metri dai volontari del Cai.

Da Carmagnolese acquisita, intirizzita dal freddo,   vorrei far notare  come mentre c’è chi batte i denti senza far rumore ed usa quella coltre bianca regalataci dal cielo in abbondanza per divertire chi voglia cimentarsi in arrampicate montane ora straordinarimente possibili in pianura, c’è chi dalla sua bella poltrona al caldo starnazza dando colpe a destra e manca per il caos creato di pochi centimetri di neve in città dovute all’umana incopetenza ad affrontarla…. 🙂  

Foto ed articolo da La Stampa che trovate qua

E anche se quest’anno c’è stata la peperonata da Guinnes, come di consueto,  la Sagra del peperone di Carmagnola finisce con i fuochi artificiali 🙂

Immagini di oggi in Piazza Sant’Agostino a Carmagnola:

si prepara la peperonata più grande del mondo alla ricerca di entrare nel Guinnes dei Primati. I volontari preparano il soffritto, versano il sugo di pomodoro ed i peperoni ed iniziano a cuocere la peperonata. Altri volontari pronti a sostituirli quando fossero stanchi del caldo e di girare la peperonata sostano in attesa. Nel cartello tutte le quantità della peperonata cotta nel pentolone prestato dalla Confranternita della Trippa di Moncalieri.  Ed è stato record!!! 😀

.

Anche quest’anno a cavallo fra agosto e settembre si svolge la “fiera del peperone di Carmagnola” che fra i tanti spettacoli, mostre e occasioni per il palato offre il consueto spettacolo di colori dei bellissimi ed enormi peperoni.

Questa volta si tenterà anche di battere un record. Domenica prossima nella centrale piazza Sant’Agostino 70 volontari si daranno appuntamento di prima mattina per cucinare la peperonata più grande del mondo e finire così, si spera, nel Guinnes dei Primati.

Forniranno i circa 1200 kg di peperoni crudi che ci vorranno per realizzarla i produttori del Consorzio del Peperone.  I peperoni delle quattro varietà che si producono in Carmagnola  quadrato , corno, trottola e tumaticot verranno cotti in un maxi pentolone da 3 m di diametro prestato dalla Confraternita dla Tripa ‘d Moncale’.  La cottura si farà nel pomeriggio. Per raggiungere il primato serviranno almeno 5oo kg di peperonata.

Come di consueto la rassegna finirà con un bellissimo  spettacolo di fuochi artificiali.

Trovate più informazione sul programma della fiera a questo link dedicato alla fiera del peperone del sito del comune di Carmagnola

La fiera sta quasi per finire e finora vi siete risparmiati racconti o commenti, ma può la fortuna durare in eterno?… ovviamente no 😀 e  prima che stasera con i fuochi artificiali tutto sia ormai passato vi racconto qualcuna delle cose che mi hanno colpito quest’ anno…

DSCN1798 ridotta

In primo luogo parlo dei protagonisti ovvio,…i peperoni, bellissimi quest’anno, abbondanti e nemmeno tanto cari, se pensate che quegli strepitosi esemplari che io continuo sempre a guardare chiedendomi se possano essere veri e non di cera ben lucidata, vengono in media  2 euro al chilo… Beh, li meritano tutti, credetemi… Fra i tanti stands dove viene esposto il nostro protagonista, anche simpatiche sistemazioni in cassettiere e come no, la vespa ecologica di Carmagnola che ovviamente non va a benzina ma a “povrun”… 😀

DSCN1818 ridotta

Interessante la mostra sulla canapa e molto carini gli abiti anche da sposa fatti con questo materiale e molto belli “i tesori carmagnolesi sacri ” esposti nella Chiesa della Misericordia in particolare le bellissime corone della Madonna ed il bambino.

DSCN1815 ridotta

Per quanto riguarda la Piazza dei sapori, qualche curiosità si alterna ai più tradizionali taglieri di salami e affettati, le varie “interpretazioni culinarie” dei peperoni ed i piatti della tradizione culinaria carmagnolese e non, come il salame di gallina bionda o la gorgonzola allo champagne o con frutti di bosco, le palle di peperoni… Tanti dolci in porzioni minute, carinissime, fatte apposta per non appesantire il proseguo, dopo l’assaggio della camminata per la fiera :D… Difficile sempre trovare un tavolo libero, tranne che all’ora di apertura c’è sempre chi sosta fra assaggini più o meno abbondanti …

DSCN1805 ridotta

Ieri sera allo spettacolo di Franco Neri, Piazza Santo Agostino era piena come mai l’ho vista e nonostante l’arietta della sera, lì non si sentiva che caldo, gli uni attaccati agli altri…  Lui ha strappato risate ed applausi ad un pubblico che lo aveva chiamato sul palco al grido di “Franco o Franco” 😀

Ed ora di corsa ai fuochi artificiali perchè… vi confido una cosa, questa volta si va a piedi e non è poi così vicino ma meglio non trovarsi come già capitato ieri di non ritrovare la macchina perchè… dove cavolo l’ho parcheggiata? 😆