la neve 11-2-13 ridotta

Luna, il miglior servizio metereologico per blog 😀 , ci ha tenuto al corrente del caldo che ha afflitto questa estate la maggior parte delle regioni italiane ed ora delle perturbazioni che finalmente rinfrescano, anche troppo,  tutti noi…  I suoi posts erano un po’ un grido di dolore ed un po’ un esorcizzare con un sorriso una situazione che si faceva man mano più pesante… 

Per fortuna, nonostante io sia rimasta a casa, lontana dal mare, ho potuto godere delle bellissime immagini di mare e gite nell’Adriatico di chi lì era in vacanza e questa è  stata un po’ la mia bella vacanza  a distanza 🙂  …  Potevo non completare il lavoro della nostra metereologa per caso, Luna, non illustrandovi l’ultima perturbazione sull’Adriatico? 😆

(cliccate sull’immagine per vedere l’album)

Grazie di cuore a Fabio Villa per le sue splendide foto 🙂

Si, lo so bene…dovrei starmene zitta! 😮 Appena ieri mi lamentavo del caldo che “Bacco” ci aveva riportato…

Ma, dio dell’Olimpooo…dovevi proprio far venire quel “ciclone” di Medea? Lo sai che è senza cuore 😦 e non si commuoverà certo alle nostre preghiere di non essere eccessiva… 😮

—————————————————————————————————————————————————

Maria Callas in “Medea” di Pier Paolo Pasolini

E dopo quel “pazzo” di Caligola (ma oggi un “cavallo senatore” non avrebbe fatto molto scalpore 😀 ) ; dopo il “superbo” Lucifero, che per poco non ci arrostiva tutti…se non fosse “caduto”; dopo la “tanto gentile e tanto onesta” Beatrice, che è riuscita a farci prendere una boccata di aria fresca, prima di essere scalzata via da quel “cane” di Cerbero  (con tre teste si, ma inquanto a cervello…chi lo sa? 😀 ), a sua volta scalzato dalla “prosperosa” Poppea, ( che ci ha lasciato una sua personale ricetta per la cura di bellezza) 😆

BAGNO DI POPPEA:

Ingredienti:

– 250 gr di sale marino o sale da cucina

– 100 gr di bicarbonato di sodio

– 4 l di latte – 500 gr di miele

– 2 manciate di petali di rose

– 1 bicchiere di olio di oliva

Preparazione

Si versa nell’acqua del bagno non troppo calda

L’aggiunta di questi ingredienti all’acqua del bagno deve seguire una sua sequenza: prima si stempera nel latte il miele e si tiene in un recipiente vicino alla vasca; poi si versa nell’acqua il sale e quindi il bicarbonato di sodio cercando di farli sciogliere bene. A quel punto si versa il latte con dentro il miele, poi l’olio ed infine i petali di rosa. Si da una bella rimescolata all’acqua e si entra nella vasca dove si resterà in perfetto relax per una decina di minuti.

Il bagno sarà completato da una frizione in tutto il corpo con una spugna naturale molto morbida in modo da fare assorbire le benefiche sostanze immerse nell’acqua. 😀

 E dopo Poppea, dicevo, ci voleva Bacco, perbacco, a riscaldarci di nuovo!

Ma cosa dovremo aspettarci ancora? Ci sarà sempre l’autunno dopo l’estate? 

Nerone…Nerone, mannaggia a te! Tu e la tua mania del fuoco…
Ecco cosa ti lasci alle spalle…solo terra bruciata!!! 😮  

(by Sol)

.
Ed è inutile che canti e suoni e fai finta di nulla, 😮 tutti lo sanno che sei stato tu ad appiccare l’incendio di Roma secoli fa ed ora ci hai riprovato ed il caldo infernale ha raggiunto anche noi popoli dell’Adriatico… 😦

.

Per saperne di più sul vero Nerone,cliccare sulla sua testa qui sotto… 😉

Che Circe non ce l’avesse messa proprio tutta per non far entrare sto caldo infernale dentro le mura delle città (perlomeno qui da me ad Ancona), me ne ero accorta…ma pensavo che fosse per via dei pochi umani che aveva trovato da trasformare in…porci. 😆
Ma che dietro ci fosse lo zampino di “Ulisse”….non ci avevo pensato. 😮  
Eppure avrei dovuto immaginarlo che Circe, innamorata persa di lui, 😀  non lo avrebbe contrariato più di tanto…    e lo avrebbe non solo lasciato entrare nelle città ma gli avrebbe anche fatto accendere tutti i fuochi possibili per surriscaldarci di nuovo….
Ma ora bastaaaa!!! Ti pregoooo….dio dell’Olimpo,  dacci una mano tu, fa qualcosa per allontanare subito da qui Ulisse; tu conosci i suoi punti deboli….magari fagli ascoltare un pochettino il canto delle sirene…. 😀

Per saperne di più sul vero Ulisse, cliccate nell’immagine sottostante.

E’ vero, “Virgilio”, l’anticiclone “buono” è arrivato dalle Azzorre e ci ha portato temperature più fresche. 🙂

Ma Virgilio è troppo buono 😮  ( non deve essere stato così facile far da guida a Dante attraverso il Purgatorio e l’ Inferno…) 😀 e così, qui sulla terra, appena dopo due giorni si è lasciato sfuggire di mano la situazione ed ecco di nuovo che il caldo è aumentato, anche se con meno afa. Certo, fosse potuto andare in Paradiso con Dante, avrebbe capito che il “caldo” è solo “infernale”…afa o non afa… 😆

Per saperne di più sul vero Virgilio, cliccate sull’ immagine sottostante)

Dante Divina Commedia-Inferno, Canto I

“Mentre ch’i’ rovinava in basso loco,

dinanzi a li occhi mi si fu offerto chi per lungo silenzio parea fioco.

Quando vidi costui nel gran diserto, «Miserere di me», gridai a lui,

«qual che tu sii, od ombra od omo certo!».

Rispuosemi: «Non omo, omo già fui, e li parenti miei furon lombardi, mantoani per patrïa ambedui.

Nacqui sub Iulio, ancor che fosse tardi, e vissi a Roma sotto ‘l buono Augusto nel tempo de li dèi falsi e bugiardi.

Poeta fui, e cantai di quel giusto figliuol d’Anchise che venne di Troia, poi che ‘l superbo Ilïón fu combusto….”

Ma tornando a noi e al nostro duro combattimento col caldo, sarei seriamente preoccupata se non avessi letto di “Circe”. 😀

E si, ormai ci vuole solo un mago… anzi, una maga 🙂  …per contrastare definitivamente questo caldo.

E, a quanto pare, il “ciclone” Circe ce la farà. Ma c’era forse da dubitare che la maga Circe riuscisse a fare una trasformazione drastica ? Per una che fa diventare “porci”  tutti coloro che non le vanno a genio… 😮 ( questo suo potere mi è sempre piaciuto.. 😀 ) è davvero una bazzecola…

Ben venuta dunque grande maga Circe (almeno da parte mia) 🙂 ma non ti arrabbiare molto se ora non ci sono molti umani da trasformare in “animali” ….si sono quasi tutti trasformati da soli… 😆

(Per saperne di più sulla vera maga Circe, cliccare sull’immagine sottostante.)

.